Cosa vedere a Bologna tra Chiese Musei e Palazzi storici

Qui trovi alcuni suggerimenti su cosa vedere a Bologna chiese musei palazzi storici.

Stai progettando di passare una giornata in città e desideri una guida turistica di Bologna

Sei indeciso su quali siti visitare in un giorno?

Non c’è problema, qui facciamo il punto della situazione.

Arrivando in città in macchina, in treno o in pullman, i luoghi da visitare sono tutti nel centro storico, a cui potrai accedere a piedi o con i mezzi pubblici. 

Recati in Piazza Maggiore e vai all’ufficio turistico per recuperare una mappa con cui potrai muoverti più agevolmente. Non ti preoccupare però, tutti siti di maggiore interesse sono raggiungibili a piedi e senza dover fare dei chilometri, perché sono uno accanto all’altro.

Se invece desideri una guida turistica di Bologna abilitata con regolare patentino, contattami. 

Piazza Maggiore

Cosa vedere a Bologna chiese musei palazzi storici?

Non puoi non passare per Piazza Maggiore!

Guardati intorno, sei nel cuore pulsante del centro (visita il centro in mezza giornata con me: Piazza Maggiore è tutta contornata da possenti edifici che sono stati realizzati in periodi storici differenti. La cinquecentesca facciata del Palazzo dei Banchi corona, come una quinta teatrale, il lato est della piazza, conferendole una spiccata monumentalità. Di fianco troverai la quattrocentesca facciata del Palazzo del Podestà. Se ti avvicini alle logge potrai osservare come esse siano composte di numerosissime formelle di arenaria, decorate con motivi vegetali. Sono una diversa dall’altra. Sotto il portico, nel Voltone del Podestà, c’è una curiosità tutta bolognese: se una persona si colloca in un pilastro, e un’altra in quello opposto, parlando vicino al muro, il suono si propaga perfettamente. È una sorta di telefono senza fili.

Scopri tutte le curiosità con una guida turistica di Bologna.

San Petronio

Di fronte, dall’altro lato della piazza, invece spicca l’enorme facciata della Basilica di San Petronio, mai terminata. Impressiona il contrasto che c’è, tra i marmi che la decorano nella parte bassa e i laterizi rimasti scoperti nella parte alta. Ti segnalo che il portale centrale è uno dei capolavori scultorei quattrocenteschi che Bologna custodisce: alla porta magna infatti lavorò Jacopo della Quercia tra il 1425 e il 1438.

Visita la Basilica di San Petronio con una guida turistica esperta di Bologna. Contattami.

L'Ombra di Lucio

Percorri via D’Azeglio, una volta giunto in Piazza dei Celestini, girati indietro, alza gli occhi, e osserva l’Ombra di Lucio, la bella e delicata installazione permanente che ricorda Lucio Dalla. Da lì, passando attraverso Corte Galluzzi, dove puoi ammirare una delle torri meglio conservate di Bologna, dirigiti verso Piazza Galvani.

Palazzo dell'Archiginnasio

Entrando all’interno del Palazzo dell’Archiginnasio, ammira i numerosissimi stemmi araldici che ne rivestono le pareti, decorandole. Il fabbricato venne edificato negli anni 1563-1564, come sede, unica e stabile, dello Studium. Qui si tenevano le lezioni dell’antica Università, già esistente a partire dall’XI secolo. 

Al primo piano trovi il Teatro Anatomico, la sala, tutta rivestita in legno, nella quale venivano compiute le dissezioni dei cadaveri. 

Cosa vedere a Bologna tra chiese, musei e palazzi storici? Contattami per info e delucidazioni.

Santa Maria della Vita

Ti consiglio poi di visitare il Santuario di Santa Maria della Vita. Di fianco all’altare maggiore, nella cappella sulla destra, è conservato ed esposto lo strepitoso Compianto su Cristo morto di Niccolò dell’Arca, realizzato negli anni sessanta del Quattrocento, un’opera unica e assolutamente da vedere. Ti stupirai guardando le Marie piangenti, ognuna di esse fa trapelare il proprio dolore in modo diverso, attraverso le accentuate espressioni dei volti e per mezzo delle movenze dei corpi. Sicuramente il grido della Maddalena ti resterà impresso.

Sette Chiese

Se procedi verso via Santo Stefano, merita un esame approfondito, il suggestivo complesso di Santo Stefano, detto anche delle Sette Chiese o Piccola Gerusalemme di Bologna. Già dalla piazza antistante, caratterizzata dalla sua forma triangolare, puoi osservare che l’edificio che hai di fronte, non comprende un’unica chiesa, ma tante strutture che, innestate una dentro  all’altra, formano un percorso. Già, è proprio così. Ogni luogo del complesso vuole evocare un episodio differente della Passione di Gesù. Santo Sepolcro, Flagellazione, Cortile di Pilato, Calvario.

Due Torri

Ti stai ancora chiedendo cosa vedere a Bologna tra chiese, musei e palazzi storici?
Se percorri poi Corte Isolani, dopo aver visto il bell’esempio di portico duecentesco in legno, arrivi su Strada Maggiore. Lì vicino trovi le Due Torri. Quella più alta, la Torre degli Asinelli, si eleva per circa 97 metri, è percorribile fino alla sommità tramite una scala interna. Dalla cima, in una bella giornata di sole, puoi osservare tutti i tetti rossi di Bologna. Sulla Torre Garisenda invece non si può salire, come puoi ben vedere è particolarmente pendente. 

Mangiare a Bologna

Hai fame? È arrivata l’ora di mangiare qualcosa?

No problem, lì vicino, proprio dietro a Piazza Maggiore, trovi la zona del Quadrilatero, area composta dalle tante stradine di antica origine che ospitano le innumerevoli botteghe dove puoi sederti e gustare i prodotti tipici locali, sia bolognesi che regionali. L'area del Quadrilatero, con tutti i sui mercati, merita sicuramente una sosta, ovviamente all’insegna dei tortellini, delle tagliatelle, della mortadella, della crescenta, e perché no, di un buon bicchiere di vino.

Altri suggerimenti

Se hai ancora tempo a disposizione, ti segnalo che nei pressi di Piazza di Porta Ravegnana, ha inizio l’area dell’ex ghetto ebraico, mentre, circa a metà di via Zamboni c’è l’Oratorio di Santa Cecilia, le cui pareti vennero affrescate, all’inizio del XVI secolo, con le Storie della Santa.

Pianifica la tua visita a Bologna

Chiedi informazioni e disponibilità